Logo di Fratelli d'Italia, foto da ufficio stampa

Un docufilm per far parlare l’altra Milano, ascoltare davvero per costruire una città migliore: Fdi parte con i banchetti e lancia i canali whatsapp e mail per segnalazioni di foto e video dei cittadini che saranno i protagonisti di questo documentario sull’altra Milano.  Tutto questo è stato presentato venerdì dal Coordinamento Cittadino di Fratelli d’Italia in una conferenza stampa al coordinamento regionale della Lombardia dal coordinatore cittadino Stefano Maullu, con i parlamentari Daniela Santanche’, Paola Frassinetti, Carlo Fidanza, Marco Osnato e Riccardo De Corato.

La Milano vera – si legge in un comunicato stampa – quella di troppi milanesi costretti a convivere quotidianamente con degrado, incuria, criminalità. La Milano purtroppo molto lontana da quella patinata che Beppe Sala continua a promuovere. E se il sindaco prosegue imperterrito in questa sua ‘narrazione’ irreale, vogliamo fargli vedere senza filtri ciò quella che invece è la realtà. Come? Con immagini, video e testimonianze dirette da parte di chi Milano la vede davvero senza film faziosi. Per questo, invitiamo i cittadini a inviarci via whatsapp al numero 3516163316 o via mail all’indirizzo fdi.milano@fratelli-italia.it foto e video per segnalare i problemi di Milano e per costruire insieme una città migliore”.

Così nasce l’iniziativa di Fdi Milano, che mira a coinvolgere direttamente la cittadinanza con un canale diretto e immediato utile proprio a “mappare tutte le situazioni critiche che da troppo tempo non vedono interventi decisi ed efficaci”.

Chi amministra oggi Milano sembra vivere in una sorta di campana di vetro – continua la nota – che nemmeno le gravissime ricadute dell’emergenza Covid hanno infranto. Ecco, Fdi rappresenta un modello diverso, completamente opposto: per costruire una città migliore vogliamo partire proprio dai cittadini, dalle loro istanze e dai loro bisogni, in primis il diritto alla sicurezza, al decoro urbano, alla tranquillità nel poter vivere serenamente la propria città con le proprie famiglie. Milano ha bisogno di essere finalmente davvero ascoltata e l’invio da parte dei cittadini delle segnalazioni via whatsapp e via mail con materiale video e fotografico serve proprio a questo. Una volta raccolte le testimonianze dei cittadini, sarà nostra cura produrre un docufilm complessivo e alla prima proiezione che faremo sarebbe auspicabile la presenza del sindaco Sala: lo inviteremo certamente e gli consiglieremo di venire, perché scoprirebbe una Milano che non ha mai raccontato, che non ha mai conosciuto, una città che ha sempre ignorato e che chiede a gran voce di essere ascoltata”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui